giovedì 9 agosto 2012

Secondi - Spezzatino di petto di pollo al limone (Cristina)

Diciamocelo, il petto di pollo è una carne davvero insipida. Ma questo è il motivo per cui si presta ad essere reinterpretata in mille modi.

Uno dei nostri preferiti è il pollo al limone. Ricetta velocissima, semplice e molto molto buona.

INGREDIENTI:

1 petto di pollo intero
1 limone non trattato
2 spicchi d’aglio
salvia
olio d’oliva
brandy
sale

Limone e salvia dal nostro giardino
Tagliate a pezzetti il petto di pollo e mettetelo in una padella insieme a 3 cucchiai di olio d’oliva, un rametto di salvia e due spicchi d’aglio con la buccia. Lavate il limone, tagliatelo in 6/8 spicchi e privatelo dei semi, facendo attenzione a non disperdere il succo. Aggiungete poi gli spicchi allo spezzatino di pollo. Noi di solito lasciamo insaporire il pollo insieme agli ingredienti per una ventina di minuti prima della cottura.

In cottura!
A questo punto accendete il fornello e fate rosolare tutti gli ingredienti, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Dopo 3/4 minuti aggiungete il sale, irrorate con mezzo bicchiere di brandy e fatelo evaporare. Cuocete per altri 10 minuti circa.


Spezzatino di petto di pollo al limone
 Fatto! Bon appétit.

martedì 7 agosto 2012

Il nostro blog è Co2Neutral!

Abbiamo un annuncio da farvi e speriamo con questo di sensibilizzare anche molti altri bloggers che passeranno di qui.

Il nostro blog è Co2Neutral!

Si tratta di un'iniziativa ambientalista proposta da DoveConviene.it, che si propone di azzerare le emissioni Co2 dei nostri blog piantando un albero in una zona boschiva a rischio di desertificazione.
 
Forse non lo sapete (non lo sapevamo neanche noi fino a qualche giorno fa!), ma un sito internet produce in media 3,6 Kg di anidride carbonica ogni anno. Un dato abbastanza preoccupante se pensiamo alla miriade di siti web che esistono! Ma un albero può assorbire fino a 5 Kg di Co2 ogni anno. Proprio per questo, aderendo all' iniziativa, contribuiremo a fare del bene.
Doveconviene.it ha già piantato oltre 1500 alberi, ma l' iniziativa non si ferma qui e si propone di raggiungere almeno i 2.000 alberi per settembre. Per questo hanno proprio bisogno di tutti noi bloggers! Schieriamoci a favore della natura e dell'ecosostenibilità. Diffondiamo l'iniziativa e rendiamo il nostro Mondo migliore e più vivibile!
Per chi volesse approfondire nel dettaglio l'iniziativa consigliamo http://www.iplantatree.org/project/7

sabato 4 agosto 2012

Dolci - Torta al cocco (Cristina)

Stamattina mi sono svegliata con una gran voglia di preparare la mia torta al cocco. Daniele starà qualche giorno fuori per lavoro ma stasera arrivano nonna e zia per il weekend, quindi TORTAAAA!

La preparazione di questa torta al cocco è molto semplice e veloce. La semplicità è data dal fatto che non serve la bilancia per pesare gli ingredienti ma ci si regola con un vasetto di yogurt! Vediamo insieme come.

Ingredienti:1 vasetto di yogurt al cocco (da 125 g)
2 vasetti di farina bianca
1 vasetto di farina di cocco
2 vasetti di zucchero
1 vasetto di olio di semi
3 uova
1 bustina di lievito in polvere
un pizzico di sale

Yogurt al cocco, zucchero, farina bianca, farina di cocco, uova fresche
Preriscaldate il forno a 180° gradi. Intanto, in una ciotola abbastanza capiente lavorate con le fruste elettriche le uova e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. A questo punto incorporate tutti gli altri ingredienti, uno per volta, mescolando bene prima di aggiungere il successivo. La farina bianca; la farina di cocco, lo yogurt, il lievito con un pizzico di sale, e infine l’olio di semi.

Uso quest’olio perché risulta particolarmente leggero, ma se volete utilizzare l’olio d’oliva ricordatevi di dimezzare la quantità (quindi mezzo vasetto). Ottenuto un composto omogeneo e spumoso, versatelo in uno stampo imburrato e infarinato ed infornate per circa 30/35 minuti.

Il composto omogeneo e spumoso
Lasciate raffreddare prima di servire.

Cospargete di zucchero a velo, se vi piace.

La mia torta al cocco!
Questa torta è particolarmente adatta alla colazione o alla merenda, accompagnata da un buon bicchiere di latte o una calda tazza di tè. Ma, se volete arricchirla e proporla per un pranzo, vi suggerisco di tagliarla a metà e aggiungere uno strato di panna montata di circa 1 cm, a cui potreste aggiungere qualche cucchiaino di farina di cocco.

Altra variante che ho sperimentato è cuocere la torta in uno stampo per ciambellone e, nel servirla, ho riempito il “buco” con fettine di cocco fresco.
In ogni caso, è una torta che conquista.
Aspetto i vostri commenti... io intanto mangio! :-)

giovedì 2 agosto 2012

Primi - Spaghetti di Gragnano alla bottarga - quella vera! - e succo d’arancia (Cristina)

Un amico calabrese ci ha portato in regalo un trancio di bottarga di tonno sottovuoto. Per chi non lo sapesse, la bottarga è un alimento costituito dalle gonadi del pesce, le cui uova vengono salate ed essiccate con procedimenti tradizionali. Quella che trovate in polvere al supermercato, beh, non sappiamo esattamente cosa sia.

Il piatto per eccellenza che si prepara con la bottarga sono gli spaghetti. Noi vogliamo proporvi la nostra variante.

Ingredienti per 2 persone:

50 g di bottarga
250 g di Spaghetti di Gragnano
1 spicchio d’aglio
prezzemolo
succo di mezza arancia


Bottarga di tonno - Spaghetti di Gragnano - Bottarga, prezzemolo e aglio
 Questo piatto è veloce e semplice.
Mettete a bollire l’acqua. Tagliate a pezzetti la bottarga di tonno. Scaldate a bagnomaria mezzo bicchiere d’olio e quando è ben caldo unite lo spicchio d’aglio schiacciato, metà della bottarga e metà del prezzemolo spezzato con le mani. Quindi niente soffritto e nessuna aggiunta di sale!

Olio, aglio, prezzemolo e bottarga scaldati a bagnomaria
Salate invece l’acqua, buttate gli spaghetti e dopo 11 minuti scolateli. Ora, questo piatto sarebbe già perfetto così, aggiungendo poca acqua di cottura e mantecando per 2 minuti la pasta con l’olio e tutti gli ingredienti.
Ma… se al posto dell’acqua di cottura aggiungete il succo spremuto di mezza arancia, vi assicuriamo un piatto sublime!
Nell’impiattare ricordatevi di aggiungere la rimanente bottarga e altro prezzemolo fresco.


Spaghetti alla bottarga di tonno - quella vera! - e succo d'arancia
 Leccatevi i baffi!

mercoledì 1 agosto 2012

Aperitivi - Mini spiedini di patate, zucchine e gamberoni (Daniele)

Eccoci a postare la nostra prima ricetta! Non potevamo che iniziare con un aperitivo che non manca mai nelle nostre cene a base di pesce, accompagnato da un Mionetto D.O.C. Linea MO, rigorosamente in Flûte. L’invenzione di questi mini spiedini è di Daniele. Li ha ideati per il cenone di Capodanno 2010/2011 e il successo è stato tale da suggerirci di riproporli spesso.
La preparazione è semplicissima.

Ingredienti:

Zucchine
Patate
Gamberoni
Olio di semi
Un pizzico di sale

Non indichiamo le quantità perché potete facilmente regolarvi in base al numero degli ospiti.

Pelate le patate. Sgusciate i gamberoni, privandoli anche di testa e coda (potete utilizzare questi scarti per il brodetto di una zuppa di pesce). Aiutandovi con l’affettaverdura - o se siete bravi con un coltellino - ricavate da zucchine e patate delle lunghe strisce, non troppo sottili.

Ora arriva la parte divertente! Prendete uno stuzzicadenti, infilzate una striscia di zucchina facendola curvare, poi la coda di gambero e infine una striscia di patata, lasciando un po’ di spazio tra i tre ingredienti (Vd. foto).

Mini-spiedini pronti per finire in padella!
Scaldate abbondante olio in una padella sufficientemente fonda da contenere i mini spiedini. Quando la verdura s’indora potete scolarli su carta assorbente e aggiungere un pizzico di sale.

L’aperitivo è pronto! Bon appétit.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget