sabato 23 marzo 2013

Di crostate ed everyday life...

Be’ ve lo devo proprio dire, mi sa che questo blog si chiamerà presto “Cucinando da sola”. No, io e Daniele non ci siamo lasciati, sebbene a qualcuno farebbe molto piacere… ehm…
La questione è molto più toccante: mi ha trattato male le mozzarelle di bufala!
Ebbene sì, suo papà ci ha portato direttamente dalla Campania più di un kilo di mozzarelline di bufala, ancora calde, nella loro scatolona di polistirolo.

(Primavera. Interno sera) Amore ci pensi tu? Le ultime parole famose: Sì, sì, TRANQUILLA!
Ecco, quel tranquilla mi ha allarmato. Giusto in tempo per affacciarmi in cucina e vedere la salamoia tiepida scivolare nel lavandino. AAAAAARGH! Ma che hai fatto? Ho tolto l’acqua. Eh, lo vedo, appunto, NON SI FA! Perché? Perché si seccano, si rovinano, tra un’ora sono da buttare! (Sì, la dolcezza è una qualità che perdo facilmente). Morale della favola, ci siamo mangiati un kilo di mozzarella per cena. Be’, che sono quelle facce? Erano davvero freschissime. Slurp. J

Tanto per riprenderci dalla scorpacciata abbiamo fatto qualche crostata.



Dite che abbiamo esagerato? Ma no. Le crostate, pronte e cotte, si possono anche congelare, se riuscite a farle arrivare in freezer prima dell’ingresso in cucina di amici e parenti che “oh, le crostate, che buone! Sai che la mattina mi piace TANTISSIMO fare colazione con la crostata?”… Ah, sì, che ne vuoi un pezzo? Ecco, diciamo mezza. Ma anche tutta, dai…
Ci siamo capiti.

Ingredienti per pasta frolla

200 g farina 00
½ cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di zucchero
100 g burro
1 uovo
1 cucchiaio d’acqua

Questa dose è per una crostata, la resa è di circa 400 g. Per un’ottima pasta frolla, detta anche pâte sucrée, vi consigliamo di usare ingredienti e utensili freddi e di maneggiare l’impasto il meno possibile.
Innanzitutto setacciate la farina in una ciotola, unite sale, lievito e zucchero e mescolate con le mani. Prendete poi il burro, tagliatelo a dadini e sfregatelo tra le dita insieme alla farina, fino ad ottenere nella ciotola un composto dall’aspetto sbriciolato ma di colore uniforme. Al centro di questa “sabbia” fate un cratere in cui versare l’uovo sbattuto. Iniziate ad impastare, aggiungendo anche un po’ d’acqua se necessario, pochissima alla volta. L’impasto deve diventare omogeneo, liscio e regolare. Appena diventa così, smettete di lavorarlo, altrimenti si indurisce. Ora avvolgetelo nella carta oleata o nella pellicola e mettetelo in frigo per una mezz’oretta.

Il resto è semplice. Stendete la pasta formando un disco un po’ più largo della teglia che intendete usare.
Srotolatelo sopra la teglia e tagliate i bordi con un coltello a lama liscia. Prendere un po’ della pasta rimasta e formate una piccola pallina con cui premere delicatamente la pasta frolla nella teglia, per farla aderire ai bordi e alle eventuali scanalature. Ora bucherellate il fondo con una forchetta e riempite di marmellata a vostro piacimento, noi abbiamo usato quella fatta da mamma Pia con le prugne regalate da uno zio. Con la pasta avanzata formate la decorazione che più vi piace. La classica griglia si fa con striscioline di 1 cm circa. Infornate a 180° per 20-30 minuti, a seconda del forno.


Nel caso in cui voleste riempire la crostata con una farcitura che non deve cuocere, coprite il fondo con un disco di carta forno e riempitelo di fagioli secchi così che non si gonfi. Si chiama “cottura in bianco” e di solito bastano 15 minuti a 180°.

Buon weekend!
Ps. vi ricordiamo la nostra nuova pagina facebook: CUCINANDO IN DUE - Blog

10 commenti:

  1. ahahah ti capisco! io lo avrei crocefisso!!! :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao compliementi per il tuo blog è bellissimo mi sono iscritta come follower se ti va passa anche da me
    a presto ciao

    http://nailartpassopasso.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Naomi, grazie per essere passata di qui! Verrò presto a curiosare sul tuo blog. Buona Pasqua!! Cris

      Elimina
  3. ...che carini che siete! questo blog è un inno all'amore!...
    cmq io sono Antonella ed arrivo a Voi grazie a Kreattiva: new follower!
    ...mio marito non mi aiuta mai :( ...mi sa che devo farlo passare qui da Voi, magari prende spunto!
    Se Vi va, siete i benvenuti nel mio angolino virtuale...
    A presto
    Antonella by Le Passioni di Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, grazie! In 7 mesi di blog, questo è il commento più bello che abbiamo ricevuto. :-) Aspettiamo la visita di tuo marito allora... ehehehe A presto!

      Elimina
  4. Ciao Ragazzi, beh è davvero bello poter panificare con la pasta madre, io avevo anche un po' abbandonato la produzione per via della temperatura e del tempo che ci voleva. Da quando è arrivato fresco a casa mia invece con il fatto che posso panificare con una temperatura controllata e un' umidità relativa è tutta un' altra storia e ho ripreso con molto piacere.
    Fresco è uno di quegli elettrodomestici che sono sicuro entrerà prima o poi in tutte le cucine degli appassionati, nel caso vi piacerebbe averlo nella vostra cucina chiedetemi pure sarò felice di rispondere alle vostre domande e nel caso decidiate di prenderlo sappiate che potete acquistarlo da me.
    Per quanto riguarda la crosta direi che non ho un segreto particolare a parte quello di avere davvero un buon forno. Provate magari a mettere il forno al massimo come ho fatto io per i primi 10/15 minuti e poi abbassate...
    Un grosso abbraccio e grazie per la visita.
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle informazioni e delle spiegazioni!! A presto.

      Elimina
  5. Ciao sono una tua nuova lettrice.Mi ha fatto sorridere la parte introduttiva di questo post.Certo che mangiare un chilo di mozzarella in due è un'impresa da ammirare!!!Lo dico io che gli uomini devono stare lontani dalla cucina (scherzo!!si..ma.. mio marito per il suo,e per il mio, quieto vivere è meglio che stia lontano dalla zona rossa!!) COmunque,scusa questa mia confidenza!!Vorrei invitarti a visitare il mio blog dove troverai un premio per te.
    P.S: abbiamo lo stesso nome!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina! Scusa il ritardo, siamo sempre di corsa. Grazie per essere passata a trovarci e per il regalo! Un abbraccio.

      Elimina

Grazie per aver visitato il nostro blog. Lascia qui una traccia del tuo passaggio, verremo anche noi a visitare il tuo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget