venerdì 28 dicembre 2012

Primi - Mezze maniche con pancetta, finocchi e prugne secche

Ehi, com’è andato il Natale? Vi siete riposati/divertiti o avete litigato coi parenti? J Dai su, che sta per chiudersi quest’anno… finalmente!!! Noi siamo nella fase: quel che è stato è stato, scurdammoce ‘o passato…
Così, visto che la blogosfera è invasa di omini di panpepato, struffoli napoletani e dolci al cioccolato e frutta secca, noi oggi vogliamo stupirvi!!
L’invenzione di questa ricetta è di Cristina, in uno di quei momenti in cui aprendo il frigorifero la domanda che sorge spontanea è: “da quanto tempo non vado a fare la spesa?”. Osservando con preoccupazione che non sembra esserci nulla per preparare neanche un semplice piatto di pasta… è arrivata l’idea!
Ebbene, gli ingredienti in questione sono: cubetti di pancetta affumicata, un finocchio, prugne secche, e qualche spezia. Mi sembra di sentirvi dire all’unisono: “Fai la gricia!”
Naaaa. Troppo scontato. E poi volete mettere la soddisfazione di vedere il frigo completamente vuoto! J

Allora, siete pront*?!

INGREDIENTI

500 g mezze maniche
100g pancetta affumicata
1 finocchio medio
3 prugne secche
1 peperoncino
1 cucchiaio di finocchietto selvatico essiccato
½ cipolla
olio evo
pepe
pecorino

Tagliate la cipolla fina fina, rosolatela con l’olio, aggiungete metà del finocchietto selvatico, il peperoncino e una macinata di pepe. Aggiungete ora la pancetta e fatela cuocere bene. Nel frattempo tagliate mezzo finocchio, eliminando le parti più dure. Aggiungetelo alla pancetta insieme a un bicchierino d’acqua, coprite il tegame con un coperchio e fate stufare.
Tagliate il finocchio rimanente in modo grossolano e mettetelo nel mixer insieme alle prugne secche. Tritate fino a formare una crema. Quando il finocchio nel tegame sarà morbido, aggiungete la crema appena creata e fate cuocere per un altro minuto. Aggiungete il rimanente finocchietto e un’altra macinata di pepe. Il condimento è pronto!
Fate cuocere la pasta in acqua salata, mantecatela poi con la salsa e aggiungete una spolverata di pecorino.

A noi è sembrata divina. Se proverete a farla vi preghiamo di postare qui il vostro commento dopo l’assaggio! Buon fine settimana a tutt*!


Ps. scusateci per la foto ma la macchinetta era scarica e il cellulare fa quel che può... ehehehe

martedì 18 dicembre 2012

Secondi - Coda di rospo al rosmarino

Abbiamo provato una nuova ricetta di pesce che ci ha conquistati! Il pesce in questione è la Coda di rospo, anche conosciuta come Rana pescatrice, che ha una carne magra dal gusto delicato. A noi è sempre piaciuta ma questa ricetta semplicissima è davvero gustosa. Provare per credere.

Ingredienti per 4 persone
1 Coda di rospo di circa 800 g
2 rametti di rosmarino
1 peperoncino rosso
1 spicchio d'aglio
olio evo
sale
pepe

Prima di tutto dovete spellare il pesce, lavarlo e tagliarlo a cubetti. Fate soffriggere in padella due cucchiai d'olio d'oliva insieme ad uno spicchio d'aglio schiacciato, aggiungete poi il peperoncino tagliato a pezzetti e il pesce. Fatelo soffriggere qualche minuto da entrambe le parti, poi salate, pepate, aggiungete i rametti di rosmarino, mezzo bicchiere di acqua calda e coprite.
Fate cuocere a fuoco lento e sempre coperto per 10/15 minuti.


Questo pesce è buonissimo in qualsiasi modo lo si prepari, anzi siamo curiosi di sapere come lo cucinate voi! Per questa ricetta suggeriamo di preparare tante fette di pane... la scarpetta è assicurata! :-D

venerdì 14 dicembre 2012

Abbiamo ricevuto il Sunshine Award!

Buonasera a tutti voi, che state diventando sempre più numerosi e affettuosi. A tal proposito, questo post non è dedicato ad una ricetta ma lo scriviamo per condividere con voi il nostro primo premio tra bloggers.
Francesco di La cucina degli angeli ci ha omaggiati del Sunshine Award! Siamo commossi, perché dopo così pochi mesi di vita del nostro blog è davvero piacevole ricevere un omaggio da chi si occupa di foodblog da molto più tempo di noi. GRAZIE, di vero cuore.
A proposito, la nostra insalata di polpo è stata appena selezionata da Ricercadiricette.it come ricetta della settimana! :-D
Le regole di questo premio sono:
  1. includere il logo del premio in un post o nel blog
  2. Rispondere a 10 domande su se stesso
  3. nominare 10-12 blog favolosi
  4. far sapere ai tuoi contatti che li hai nominati
  5. citare la/le persone che ti hanno nominato
Le domande:
C. (Cristina); D. (Daniele), oppure all'unisono!
  • Colore preferito: C. Grigio; D. Rosso
  • Animale preferito: CANI
  • Numero preferito: 7
  • Drink preferito non alcolico: Non alcolico? Anche no.
  • Preferisci FB o Twitter: C. Facebook; D. Evito i social network
  • La tua passione: Cucinare, fare trekking sulle Dolomiti, stare all'aria aperta, Daniele soprattutto PESCARE, Cristina soprattutto FOTOGRAFARE.
  • Preferisci ricevere o fare regali: C. Fare; D. Ricevere; (E te pareva?!)
  • Modello preferito: Di che? Boh.
  • Giorno preferito della settimana: Sabato
  • Fiore preferito: Orchidee
E adesso veniamo alla nomina dei blog favolosi... La lista che segue rappresenta la nostra top ten, quei blog che corriamo a visitare appena abbiamo un attimo di tempo, che sono fonte di ispirazione, che ci fanno ridere, commuovere, divertire. Quindi vi preghiamo di accettare questo umilissimo premio, fatto col cuore, per farvi sapere che vi seguiamo con tanta stima!
Complimenti a voi:


GRAZIE! Cristina e Daniele

mercoledì 12 dicembre 2012

Dolci - Biscotti di frolla ripieni di marmellata d'albicocca e nocciole

Siamo entrati nella blogosfera da soli 4 mesi, abbiamo postato poche ricette e non siamo certo grandi chef! Anzi, non conosciamo molti degli strumenti che servono in cucina, né abbiamo la manualità di impiattare o tagliare (ah, tagliare! Quanto è difficile?!) in modo impeccabile le varie pietanze. Ma siamo ogni giorno più sorpresi dagli innumerevoli foodblogs che scopriamo. Non ne sapevamo granché, a dirla tutta. Ne conoscevamo giusto un paio, da cui ogni tanto rubavamo ricette per pasticciare un po’ insieme in cucina. Oggi invece ci si è aperto davanti agli occhi un mondo! Siete tanti, ma tanti davvero e non solo italiani, e siamo stupefatti. È come entrare nelle case di ognuno di voi, sentire i profumi delle vostre cucine, scoprire che esistono progetti bellissimi, pieni di calore ed entusiasmo come il Great Food Blogger Cookie Swap, che quest’anno abbiamo scoperto troppo tardi ma che ha invaso la rete di biscotti che sembrano così gustosi che… mmhhh… avremmo voluto assaggiarli tutti!!
Abbiamo anche scoperto che esistono cose come il D.I.Y. Cookie Jar (Do It Yourself, fai da te): ovvero un barattolo di vetro con tutti gli ingredienti necessari per fare i biscotti, da regalare per Natale. Che idea straordinaria!!
Perché la verità è che la cucina mette allegria. Anche in giornate-no. Sarà capitato anche a voi di essere un po’ tristi, nervosi, emotivamente stanchi e poi improvvisamente vi siete trovati sotto le mani gli ingredienti giusti, il loro odore, avete iniziato a sporcarvi le mani di farina e uova e la tensione si è sciolta, si è impasta insieme a quello che stavate preparando e vi è tornato il sorriso. J

Beh, a tutti voi dedichiamo questa ricetta. Una di quelle che mettono buonumore.

Biscotti di frolla ripieni di marmellata d'albicocca e nocciole

INGREDIENTI per 30 biscotti circa

Per la frolla:
1 uovo
1 tuorlo
150 g zucchero
150 g burro o strutto
300 g farina 0

Per il ripieno:
1 barattolo di marmellata (noi qui abbiamo usato quella di albicocche fatta in casa da Cristina e mamma Pia, e ci sta divinamente! Ma con le nocciole potete abbinare quella che più vi piace)
150 g nocciole tritate

La pasta frolla è una delle preparazioni più conosciute e usate, e siamo sicuri che sapete farla meglio di noi. J
Comunque per preparala formate un “vulcano” con la farina, aggiungete un pizzico di sale e il burro, ancora freddo. Lavorate con le mani fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso. Aggiungete quindi lo zucchero e formate di nuovo il “vulcano”. Versate al centro l’uovo intero e il tuorlo, amalgamate velocemente fino ad ottenere un impasto compatto che avvolgerete nella pellicola trasparente per farlo poi riposare in frigo per mezz’ora. Consiglio: se la frolla si sbriciola aggiungete un albume e un pizzico di bicarbonato.


Nel frattempo tostate in forno le nocciole e, appena tiepide, strofinatele in un canovaccio per rimuovere la pellicina. Tritatele e amalgamatele con la marmellata.


Stendete la sfoglia e, aiutandovi con uno stampino, tagliate tanti dischi (o altra forma), noi qui abbiamo usato uno stampino a forma di fiore. Sulla base disponete una cucchiaiata di composto marmellata-nocciole, e con l’altro disco chiudete il biscotto.


Preriscaldate il forno, disponete i biscotti su una teglia con carta da forno, e cuoceteli a 180° per 15 minuti. Quando diventano dorati sono pronti!
Lasciateli raffreddare prima di spostarli dalla teglia. Se vi piace, potete cospargerli con zucchero a velo! Fateci sapere cosa ne pensate…


Con questa ricetta partecipiamo al contest di Casa e Cucina!


martedì 11 dicembre 2012

Secondi - Filetti di cernia in crosta di zucchine

Come promesso, torniamo a postare un'altra ricetta di pesce. Questa volta si tratta di un secondo piatto molto delicato e - come al solito - facilissimo da preparare. Chi tra voi ci segue, e non smetteremo mai di ringraziarvi, avrà capito che abbiamo due priorità: il tempo (poco) e gli ingredienti (sani). Ci piacciono le ricette veloci ma d'effetto, ideali per chi ama cucinare ma anche sedersi a tavola in compagnia degli invitati. :-)
Tra i buoni propositi per il nuovo anno però, c'è senz'altro quello di sperimentare ricette più complesse, ispirati come siamo dai vostri eccezionali blog di cucina.

INGREDIENTI per 4 persone

4/8 filetti di cernia (dipende dalla grandezza)
2 zucchine medie
1 albume
2 cucchiai di pangrattato
olio evo
sale
pepe

Tagliate le zucchine a rondelle e saltatele per qualche minuto in padella con poco olio, sale e pepe. Non devono cuocere troppo (poi vanno in forno), quindi dopo qualche minuto spegnete il fuoco e fatele intiepidire. Passatele al mixer, aggiungete l'albume e il pangrattato, quindi amalgamate bene.


Lavate e spinate i filetti di cernia con una pinzetta. Cospargeteli con un pizzico di sale e con il composto di zucchine, su un lato.


Infornate a 180° per 15 minuti.
Fatto! :-)


Attendiamo i vostri commenti e suggerimenti. Buona serata a tutti.

sabato 8 dicembre 2012

Antipasti - Insalata colorata di polpo e verdure

Ecco a voi un nuovo antipasto di pesce, fresco, colorato, buonissimo!

INGREDIENTI per 4 persone
1 polpo (500 g)
3 patate monnalisa
10 pomodori ciliegini
1 cipolla rossa (piccola)
1 mazzetto di rucola
1 mazzetto di prezzemolo
1 peperoncino
olio evo
aceto balsamico
sale
pepe

Il procedimento è molto semplice.
Cuocete il polpo in acqua bollente per circa mezz'ora, insieme ad un peperoncino rosso. Lasciatelo poi raffreddare nella sua stessa acqua di cottura. Lessate le patate, che devono rimanere ben sode, poi sbucciatele e tagliatele a dadini. Nel frattempo tagliate i pomodorini in quattro parti, sminuzzate la rucola e la cipolla rossa, sistemate tutto in un'insalatiera, insieme alle patate e al polpo tagliato a pezzetti. Aggiungete una spolverata di prezzemolo fresco, sale, pepe, olio e aceto balsamico. Mescolate piano per non danneggiare la consistenza delle patate.


Buon appetito!!


Qui lo abbiamo impiattato con le cozze al gratin che trovate nel post precedente. Un antipasto ben riuscito! Provatelo e fateci sapere.

venerdì 7 dicembre 2012

Antipasti - Cozze al gratin a modo mio (Daniele)

Buongiorno a tutti! Freddino, eh? Ma in cucina si sta così bene... ;-)
Con questo post inauguriamo una piccola serie di ricette che abbiamo deciso di sperimentare per voi in vista del cenone della Vigilia. Non potevamo che iniziare con un antipasto classico, ma rivisitato. La ricetta è una specialità di Daniele che, se potesse, mangerebbe cozze anche a colazione. :-D
Allora, siete pront*?!

INGREDIENTI
1 kg di cozze sarde
1 spicchio d'aglio
80 g di pangrattato
mezza cipolla dorata
2 carote medie
1 costa di sedano
1 mazzetto di prezzemolo
1 peperoncino
olio evo
sale
pepe

Piccola premessa: per questa ricetta le cozze devono essere davvero freschissime, quindi affidatevi alla vostra pescheria di fiducia. Noi prediligiamo le cozze sarde, per grandezza e sapore, ma ognuno ha i suoi gusti quindi a voi la scelta!
Per prima cosa pulite le cozze, se non lo avete già fatto fare in pescheria, raschiandole e togliendo il bisso. Ora viene il bello della ricetta: aprite le cozze con un coltellino. Sì, avete capito bene, non le facciamo aprire in un tegame ma le apriamo crude. Facciamo questo perché, una volta in forno, il  mollusco rimarrà morbidissimo e si chiuderà su se stesso incorporando parte del composto: quando le mangerete vi sembrerà di sentirle sciogliere in bocca.


In una ciotola ponete il pangrattato, lo spicchio d'aglio, due cucchiai di prezzemolo tritato, le carote, la cipolla, il sedano, il peperoncino, l’olio extravergine di oliva, sale e pepe. Passate tutto al mixer. Se il composto risulta troppo asciutto aggiungete altro olio.

Riempite quindi i gusci del mollusco con il composto e posizionateli su una teglia coperta da carta forno.


Preriscaldate il forno a 180° in modalità grill e cuocete le cozze per circa 10-15 minuti.
Servitele ancora calde!!


Le abbiamo impiattate insieme all'insalata colorata di polpo e verdure che trovate nel post successivo, che ve ne pare?!


mercoledì 21 novembre 2012

Contorni - Melanzane (o zucchine) grigliate con salsa verde

Buongiorno! Oggi vi presentiamo uno dei nostri contorni preferiti. Le foto si riferiscono alle melanzane, ma noi di solito usiamo la stessa preparazione anche per le zucchine. Entrambe le verdure sono buonissime grigliate e insaporite con la nostra salsa verde.

Allora, gli ingredienti sono variabili a seconda di quanti siano i commensali. Indicativamente per 4 persone le dosi sono queste:

3 melanzane medie
Mezzo bicchiere di olio evo
2 cucchiai di aceto
2 ciuffi di prezzemolo
1 o 2 spicchi d'aglio
1 peperoncino
sale
pepe

Il procedimento è molto semplice: tagliate le melanzane a fette sottili (noi ci aiutiamo con l'affettatrice), disponetele su un vassoio o in un colapasta e cospargetele di sale così che perdano l'acqua. Tenetele così per mezz'ora circa, poi sciacquatele e asciugatele. Fate scaldare la piastra o la classica bistecchiera e cuocetevi le fettine di melanzane. Poi lasciatele raffreddare.



Nel frattempo tritate il prezzemolo, l'aglio, il peperoncino e aggiungete l'olio (buono mi raccomando!). Salate e pepate la salsa. Ovviamente potete aumentare o diminuire la quantità di ingredienti a vostro piacimento.



Prendete un vassoio fondo e posizionate un primo strato di fettine di melanzane, irroratelo con la salsa e procedete con un secondo strato di melanzane cosparso con la salsa, e così via fino a terminare gli ingredienti. Per le zucchine il procedimento è identico e dovete affettarle per la lunghezza.


Potete utilizzarle per una cena oppure tenere il contenitore in frigo (circa una settimana) per poterle gustare un po' ogni giorno. Con questa preparazione si possono anche condire bruschette, o accompagnare antipasti. D'estate è un contorno che va a ruba, ma anche d'inverno lo facciamo spesso perché è davvero ottimo, sia con le melanzane che con le zucchine. Fateci sapere cosa ne pensate o se avete ricette alternative. Buona giornata!

sabato 3 novembre 2012

Secondi - Fagottini di cavolo verza in umido (Cristina)

Non so a voi, ma in queste giornate fredde, piovose e buie metterci in cucina a pasticciare ci fa tornare il sorriso! :-) Così, eccovi una nuova ricetta, fresca fresca di sperimentazione (cucinata ieri sera).

INGREDIENTI per 4 persone:

250 g di pane bianco a fette
1 cavolo verza
150 ml di latte
40 g di parmigiano grattuggiato
2 fette di mortadella
1 mazzetto di prezzemolo
2 uova
mezza cipolla bianca
20 g di burro
olio extra vergine di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
1 barattolo di polpa di pomodoro
1 rametto di rosmarino
pepe nero
sale

Eliminate la crosta del pane, tagliate a dadini la mollica e bagnatela con il latte.
Nel frattempo "sfogliate" la verza, lavatela e sbollentatela in acqua salata per 3 o 4 minuti. Scolate tutte le foglie e lasciatele asciugare su un canovaccio. Tenetene da parte 12.
Strizzate il pane, sminuzzatelo e mettetelo in una ciotola con il parmigiano, il prezzemolo tritato, la verza rimasta e le fette di mortadella, entrambi questi ultimi ingredienti tagliati finemente. Mescolate con le mani. Aggiungete uova, sale e pepe macinato. Mescolate ancora fino ad ottenere un composto omogeneo.



Prendete le foglie di verza che avete lasciato da parte, distribuitevi sopra una cucchiaiata abbondante di composto, avvolgetele a involtino e legatele con lo spago da cucina (o refe).



In una padella fate soffriggere mezza cipolla con un po' di burro e olio. Unite i verzolini, fateli insaporire per due minuti e sfumateli con il vino bianco. Aggiungete quindi la polpa di pomodoro, il rosmarino, sale e pepe. Coprite la padella con un coperchio e cuocete per 20 minuti, girando un paio di volte i verzolini.


Pronti!!
Sono veramente buoni e la verza è un alimento prezioso, ipocalorico e ricco di vitamine A, C e K oltre a minerali come ferro, fosforo, potassio, calcio e zolfo. Noi finora non ne abbiamo fatto molto uso in cucina, ma questo piatto ci ha conquistati e ci siamo ripromessi di sperimentarne altri. Se avete consigli, postateli qui! Un abbraccio e buon weekend.

Con questa ricetta partecipiamo al contest "Mangiare ti fa bella" di http://blog.giallozafferano.it/caketherapy/.

venerdì 19 ottobre 2012

Dolci - Spumini alle nocciole

Eccoci di ritorno! Lo so, lo so vi siamo mancati e ci scusiamo per questi due mesi di assenza. Giustificata, però, ve lo assicuriamo! :-)

Mettiamoci subito al lavoro. Oggi prepariamo gli spumini alle nocciole, detti anche schiumini. La preparazione è velocissima e pochi gli ingredienti. Il principale è la nocciola gentile romana.
Noi viviamo in una zona D.O.P. e siamo letteralmente circondati da noccioleti. La raccolta è ormai finita e abbiamo tenuto da parte qualche kilo di nocciole per preparare dolci e altre pietanze per tutto l'inverno. Vi stupiremo! Anzi, stiamo pensando di creare un contest con questo ingrediente. Seguiteci e lo scoprirete.

INGREDIENTI:

2 albumi
2 etti di nocciole tritate
2 etti di zucchero
2 cucchiai di farina

Nocciole tostate e tritate
La prima cosa da fare è privare le nocciole del guscio, farle tostare in forno a 200° per una ventina di minuti, girandole ogni tanto. Avvolgetele poi in un panno e maneggiatele, facendole strusciare tra loro, così da eliminare la pellicina. Ora potete tritarle a pezzettini. Non dovete polverizzarle, intendiamoci,  ma solo ridurle a pezzetti.

Impasto di albumi, zucchero, farina e nocciole
Montate a neve gli albumi, incorporate lo zucchero, i due cucchiai di farina e infine le nocciole tritate. Amalgamate bene. Preparate una teglia rettangolare ricoprendola con la carta forno. Dall'impasto create tanti piccoli mucchietti che andrete a disporre sulla carta forno.


Schiumini sulla carta da forno
 Ora infornate a 170/180° per quindici minuti circa. Non devono scurirsi, quindi controllateli. Lasciate raffreddare gli spumini, finché diventano duretti, e poi disponeteli su un piatto. Pronti!! :-) 


Gli spumini sono pronti!
 Ps. la quantità degli ingredienti può essere modificata a seconda di quanti spumini volete realizzare. Se usate, ad esempio 4 albumi, vi serviranno 4 etti di nocciole, 4 di zucchero e 4 cucchiai di farina.

giovedì 9 agosto 2012

Secondi - Spezzatino di petto di pollo al limone (Cristina)

Diciamocelo, il petto di pollo è una carne davvero insipida. Ma questo è il motivo per cui si presta ad essere reinterpretata in mille modi.

Uno dei nostri preferiti è il pollo al limone. Ricetta velocissima, semplice e molto molto buona.

INGREDIENTI:

1 petto di pollo intero
1 limone non trattato
2 spicchi d’aglio
salvia
olio d’oliva
brandy
sale

Limone e salvia dal nostro giardino
Tagliate a pezzetti il petto di pollo e mettetelo in una padella insieme a 3 cucchiai di olio d’oliva, un rametto di salvia e due spicchi d’aglio con la buccia. Lavate il limone, tagliatelo in 6/8 spicchi e privatelo dei semi, facendo attenzione a non disperdere il succo. Aggiungete poi gli spicchi allo spezzatino di pollo. Noi di solito lasciamo insaporire il pollo insieme agli ingredienti per una ventina di minuti prima della cottura.

In cottura!
A questo punto accendete il fornello e fate rosolare tutti gli ingredienti, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Dopo 3/4 minuti aggiungete il sale, irrorate con mezzo bicchiere di brandy e fatelo evaporare. Cuocete per altri 10 minuti circa.


Spezzatino di petto di pollo al limone
 Fatto! Bon appétit.

martedì 7 agosto 2012

Il nostro blog è Co2Neutral!

Abbiamo un annuncio da farvi e speriamo con questo di sensibilizzare anche molti altri bloggers che passeranno di qui.

Il nostro blog è Co2Neutral!

Si tratta di un'iniziativa ambientalista proposta da DoveConviene.it, che si propone di azzerare le emissioni Co2 dei nostri blog piantando un albero in una zona boschiva a rischio di desertificazione.
 
Forse non lo sapete (non lo sapevamo neanche noi fino a qualche giorno fa!), ma un sito internet produce in media 3,6 Kg di anidride carbonica ogni anno. Un dato abbastanza preoccupante se pensiamo alla miriade di siti web che esistono! Ma un albero può assorbire fino a 5 Kg di Co2 ogni anno. Proprio per questo, aderendo all' iniziativa, contribuiremo a fare del bene.
Doveconviene.it ha già piantato oltre 1500 alberi, ma l' iniziativa non si ferma qui e si propone di raggiungere almeno i 2.000 alberi per settembre. Per questo hanno proprio bisogno di tutti noi bloggers! Schieriamoci a favore della natura e dell'ecosostenibilità. Diffondiamo l'iniziativa e rendiamo il nostro Mondo migliore e più vivibile!
Per chi volesse approfondire nel dettaglio l'iniziativa consigliamo http://www.iplantatree.org/project/7

sabato 4 agosto 2012

Dolci - Torta al cocco (Cristina)

Stamattina mi sono svegliata con una gran voglia di preparare la mia torta al cocco. Daniele starà qualche giorno fuori per lavoro ma stasera arrivano nonna e zia per il weekend, quindi TORTAAAA!

La preparazione di questa torta al cocco è molto semplice e veloce. La semplicità è data dal fatto che non serve la bilancia per pesare gli ingredienti ma ci si regola con un vasetto di yogurt! Vediamo insieme come.

Ingredienti:1 vasetto di yogurt al cocco (da 125 g)
2 vasetti di farina bianca
1 vasetto di farina di cocco
2 vasetti di zucchero
1 vasetto di olio di semi
3 uova
1 bustina di lievito in polvere
un pizzico di sale

Yogurt al cocco, zucchero, farina bianca, farina di cocco, uova fresche
Preriscaldate il forno a 180° gradi. Intanto, in una ciotola abbastanza capiente lavorate con le fruste elettriche le uova e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. A questo punto incorporate tutti gli altri ingredienti, uno per volta, mescolando bene prima di aggiungere il successivo. La farina bianca; la farina di cocco, lo yogurt, il lievito con un pizzico di sale, e infine l’olio di semi.

Uso quest’olio perché risulta particolarmente leggero, ma se volete utilizzare l’olio d’oliva ricordatevi di dimezzare la quantità (quindi mezzo vasetto). Ottenuto un composto omogeneo e spumoso, versatelo in uno stampo imburrato e infarinato ed infornate per circa 30/35 minuti.

Il composto omogeneo e spumoso
Lasciate raffreddare prima di servire.

Cospargete di zucchero a velo, se vi piace.

La mia torta al cocco!
Questa torta è particolarmente adatta alla colazione o alla merenda, accompagnata da un buon bicchiere di latte o una calda tazza di tè. Ma, se volete arricchirla e proporla per un pranzo, vi suggerisco di tagliarla a metà e aggiungere uno strato di panna montata di circa 1 cm, a cui potreste aggiungere qualche cucchiaino di farina di cocco.

Altra variante che ho sperimentato è cuocere la torta in uno stampo per ciambellone e, nel servirla, ho riempito il “buco” con fettine di cocco fresco.
In ogni caso, è una torta che conquista.
Aspetto i vostri commenti... io intanto mangio! :-)

giovedì 2 agosto 2012

Primi - Spaghetti di Gragnano alla bottarga - quella vera! - e succo d’arancia (Cristina)

Un amico calabrese ci ha portato in regalo un trancio di bottarga di tonno sottovuoto. Per chi non lo sapesse, la bottarga è un alimento costituito dalle gonadi del pesce, le cui uova vengono salate ed essiccate con procedimenti tradizionali. Quella che trovate in polvere al supermercato, beh, non sappiamo esattamente cosa sia.

Il piatto per eccellenza che si prepara con la bottarga sono gli spaghetti. Noi vogliamo proporvi la nostra variante.

Ingredienti per 2 persone:

50 g di bottarga
250 g di Spaghetti di Gragnano
1 spicchio d’aglio
prezzemolo
succo di mezza arancia


Bottarga di tonno - Spaghetti di Gragnano - Bottarga, prezzemolo e aglio
 Questo piatto è veloce e semplice.
Mettete a bollire l’acqua. Tagliate a pezzetti la bottarga di tonno. Scaldate a bagnomaria mezzo bicchiere d’olio e quando è ben caldo unite lo spicchio d’aglio schiacciato, metà della bottarga e metà del prezzemolo spezzato con le mani. Quindi niente soffritto e nessuna aggiunta di sale!

Olio, aglio, prezzemolo e bottarga scaldati a bagnomaria
Salate invece l’acqua, buttate gli spaghetti e dopo 11 minuti scolateli. Ora, questo piatto sarebbe già perfetto così, aggiungendo poca acqua di cottura e mantecando per 2 minuti la pasta con l’olio e tutti gli ingredienti.
Ma… se al posto dell’acqua di cottura aggiungete il succo spremuto di mezza arancia, vi assicuriamo un piatto sublime!
Nell’impiattare ricordatevi di aggiungere la rimanente bottarga e altro prezzemolo fresco.


Spaghetti alla bottarga di tonno - quella vera! - e succo d'arancia
 Leccatevi i baffi!

mercoledì 1 agosto 2012

Aperitivi - Mini spiedini di patate, zucchine e gamberoni (Daniele)

Eccoci a postare la nostra prima ricetta! Non potevamo che iniziare con un aperitivo che non manca mai nelle nostre cene a base di pesce, accompagnato da un Mionetto D.O.C. Linea MO, rigorosamente in Flûte. L’invenzione di questi mini spiedini è di Daniele. Li ha ideati per il cenone di Capodanno 2010/2011 e il successo è stato tale da suggerirci di riproporli spesso.
La preparazione è semplicissima.

Ingredienti:

Zucchine
Patate
Gamberoni
Olio di semi
Un pizzico di sale

Non indichiamo le quantità perché potete facilmente regolarvi in base al numero degli ospiti.

Pelate le patate. Sgusciate i gamberoni, privandoli anche di testa e coda (potete utilizzare questi scarti per il brodetto di una zuppa di pesce). Aiutandovi con l’affettaverdura - o se siete bravi con un coltellino - ricavate da zucchine e patate delle lunghe strisce, non troppo sottili.

Ora arriva la parte divertente! Prendete uno stuzzicadenti, infilzate una striscia di zucchina facendola curvare, poi la coda di gambero e infine una striscia di patata, lasciando un po’ di spazio tra i tre ingredienti (Vd. foto).

Mini-spiedini pronti per finire in padella!
Scaldate abbondante olio in una padella sufficientemente fonda da contenere i mini spiedini. Quando la verdura s’indora potete scolarli su carta assorbente e aggiungere un pizzico di sale.

L’aperitivo è pronto! Bon appétit.

lunedì 30 luglio 2012

Presentazione

cucinando in due vuole essere un punto d'incontro per tutte le coppie - di ogni tipo - che hanno scoperto nella cucina un momento magico da condividere.

cucinando in due è nato dalla mente di Cristina e dalla fantasia culinaria di Daniele, coppia dal lontano ottobre 2001.

A pensarci bene una delle cose che ci ha sempre uniti è stato il mangiare e bere con gusto. All'inizio, non avendo una casa nostra, sono stati ristoranti, agriturismi, trattorie, pizzerie, wine bar e caffetterie ad ospitare i nostri incontri.

Di sicuro conoscersi a tavola aiuta a conoscersi davvero. Perché da quello che mangi, da come lo fai, da come abbini il susseguirsi dei piatti, dal vino che scegli, insomma, questo dice molto di te e della tua personalità. E poi a tavola si parla, si ride, ci si guarda necessariamente negli occhi, ci si sfiorano le mani...

Bene, da tutto questo è nata la nostra passione per la cucina. Abbiamo iniziato a pasticciare da circa un anno, complice il fatto che la mamma di Cristina ha un'intera libreria di testi di cucina e che le nostre nonne sono quelle meravigliose donne che ancora fanno pasta e pane in casa, per non parlare dei loro orti, a cui ci riforniamo spesso.

I nostri tentativi hanno avuto successo. Cucinare insieme è divertente. Quando abbiamo tempo ci sediamo a decidere qualche ricetta da provare, annotiamo quello che ci manca e usciamo insieme a fare la spesa. Quando il tempo è poco, inventiamo ricette con quello che troviamo in frigo e dispensa. Di solito stravolgiamo un po' le ricette, le personalizziamo aggiungendo/eliminando ingredienti. Daniele in cucina è il capo indiscusso, Cristina l'aiuto chef, ma anche l'addetta alla tavola (altra passione : i dettagli nell'apparecchiare a seconda delle occasioni e degli ospiti).

Ora l'idea del blog, per condividere con voi la nostra passione, per scambiare ricette ma anche storie di vita, per trovarsi virtualmente insieme nelle nostre cucine.

A presto,

Cristina e Daniele



Photo by Joshua Held, http://www.inasoni.com/
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget