martedì 15 gennaio 2013

Primi - Zuppa di patate e lenticchie... con fiaba

Un caro saluto a tutti, come state? Noi abbastanza bene, abbiamo tante novità da raccontarvi e lo faremo presto in un post dedicato. Questa ricetta, accompagnata da una storia, la scriviamo per un contest molto bello “Raccontami una ricetta” del blog Il Mondo da scoprire.


C’era una volta una vecchina che viveva in una bellissima casa rossa in mezzo al bosco. Era una donnina molto dolce e allegra, la sua casa era decorata con tanti fiori, tovagliette di pizzo, barattoli pieni di biscotti e cioccolatini. Vicino al bosco c’era un villaggio e la domenica i bambini, finiti i compiti di scuola, giocavano insieme correndo a bussare alla porta della casa rossa. La vecchina era sempre felice di vederli. D’inverno faceva sedere i bambini intorno al suo grande camino e gli raccontava storie fantastiche, piene di magia, lasciandoli a bocca aperta.

Un giorno le mamme del villaggio - preoccupate perché i loro bambini si rifiutavano di mangiare la verdura - decisero di andare a trovare la vecchina per chiederle aiuto. Lei ne fu molto felice perché si sentì di nuovo utile e importante per i giovani del villaggio. La domenica successiva aspettò i bambini nel suo orto e quando questi arrivarono si fece aiutare a sistemarlo: gli insegnò a riconoscere le piante di patate da quelle di carote, a strappare le erbacce, a cogliere pomodori e zucchine. I bambini si divertirono molto e, sporchi di terra e stanchi, iniziarono ad avere tanta fame! Così la vecchina li accompagnò in casa e si fece aiutare a preparare una bella zuppa calda con alcune verdure che avevano colto insieme e con altre conservate nei bellissimi barattoli della sua dispensa di legno. I piccini impararono che le lenticchie per essere ancora più buone devono essere tenute a bagno in acqua fredda per molte ore, come aveva fatto la vecchina quando le mamme erano andate a chiederle aiuto - (furbetta, eh? J)!
I bimbi si divisero in due gruppetti, tutti con il loro grembiulino colorato che la vecchina aveva cucito con tanto amore. Un gruppo tritò la carota, il sedano e la cipolla, poi in un tegame con un filo d'olio fece soffriggere queste verdure con l'aglio intero (poi tolto) e la pancetta. L’altro gruppo nel frattempo pelò e tagliò le patate a tocchetti. Poi tutti insieme aggiunsero le patate al soffritto, per farle insaporire, e dopo qualche minuto aggiunsero anche le lenticchie e due cucchiai di polpa di pomodoro.

La vecchina guidava i bimbi in ogni fase della ricetta e vide la loro allegria nel cucinare tutti insieme. Alla fine coprì gli ingredienti con il brodo vegetale, aggiunse sale pepe e un cucchiaino di finocchio selvatico essiccato, e lasciò cuocere con il coperchio e a fuoco lento per circa 30-40 minuti. I bambini erano impazienti di mangiare quello che avevano cucinato con le loro mani, così la vecchina li distrasse facendogli scrivere su foglietti colorati tutti gli ingredienti, per poter regalare la ricetta alle loro mamme:

Ingredienti (per 4 persone):
300g di lenticchie
4 o 5 patate gialle
100 g di pancetta
1 cipolla rossa
1 carota
1 spicchio d’aglio
1 gambo di sedano
2 cucchiai di passata di pomodoro
olio extravergine di oliva
brodo vegetale
sale
pepe
peperoncino
finocchio selvatico essiccato

Mentre dettava ai piccoli ospiti gli ingredienti, tolse la zuppa dal fuoco e preparò i piatti, decorandoli con un filo d’olio e due fette di pane di grano duro tostato. Chiamò i bimbi a tavola per mangiare tutti insieme e fu felicissima e soddisfatta di vederli così entusiasti e sorridenti nel mangiare le verdure!
Tornati a casa i bambini raccontarono tutto quello che avevano fatto e portarono in dono la ricetta alle famiglie per poterla preparare di nuovo insieme a mamma e papà.

5 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie! E' stato divertente. Complimenti davvero per questo contest. ;-)

      Elimina
  2. Deliziosa la favola, ed anche la zuppa! Proverò questa aggiunta di finocchietto selvatico, che mi ci piace un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, grazie. Il finocchietto sta benissimo con tanti piatti, noi lo aggiungiamo anche all'amatriciana, provaci!

      Elimina
  3. Non so se sono in ritardo per farvi un grande in bocca al lupo per il contest, ma sicuramente sono ancora in tempo per farvi tantissimi complimenti per la deliziosa storia e la buonissima zuppa!!! :D cerco sempre ricette nuove con i legumi, questa la segno subito!! Un bacio e a presto!
    Elisa

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog. Lascia qui una traccia del tuo passaggio, verremo anche noi a visitare il tuo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget